Enter your keyword

Novità da Bruxelles sulla rendicontazione non finanziaria

Novità da Bruxelles sulla rendicontazione non finanziaria

È stata adottata  dalla commissione giuridica del Parlamento europeo la proposta di direttiva sulla rendicontazione non finanziaria delle imprese. Le modifiche impongono a società e a gruppi di grandi dimensioni con più di 500 dipendenti di fornire una dichiarazione, allegata al bilancio annuale, sull’impatto ambientale e sociale delle attività dell’impresa, ivi inclusi dati attinenti al personale, al rispetto dei diritti umani e alla lotta alla corruzione. Nel fornire queste informazioni le società potranno basarsi su standard nazionali, Ue o internazionali. Inoltre, le grandi società quotate in borsa dovranno fornire informazioni sulla loro politica in materia di diversità, in particolare per quanto concerne l’età, il genere e la diversità geografica. “La relazione adottata in commissione assicura un giusto grado di flessibilità alle imprese, rispettando la natura multidimensionale della Responsabilita’ sociale delle imprese”, ha spiegato Raffaele Baldassarre (PPE), relatore per il Parlamento europeo sulla proposta di direttiva. Secondo Baldassarre: “I compromessi raggiunti rispecchiano la posizione sostanzialmente favorevole del Parlamento per una maggiore trasparenza delle informazioni di carattere non finanziario”. “Per questo motivo”, ha spiegato l’onorevole salentino, “abbiamo ritenuto opportuno rafforzare, laddove possibile, la proposta originale della Commissione, includendo la rendicontazione degli incidenti di rilievo e i processi di dovuta diligenza implementati dalle imprese”. “Al contempo, con il fine di non pregiudicare la competitività delle imprese europee, è stata introdotta la possibilità per le imprese di non rendicontare, giustificandone le ragioni, su questioni che potrebbero lederne gli interessi commerciali”, ha aggiunto Baldassarre. “In vista dell’accordo finale con il Consiglio”, ha concluso Baldassarre, “questa proposta permetterà di compiere un primo passo in materia di rendicontazione non finanziaria, che riguardi solo le grandi imprese e sia limitato ad alcuni aspetti principali”.