Enter your keyword

Migliorare la corporate governance : le più grandi aziende in Europa dovranno essere più trasparenti

Migliorare la corporate governance : le più grandi aziende in Europa dovranno essere più trasparenti

15 aprile 2014 – La Commissione europea ha accolto con favore l’adozione oggi da parte del Parlamento europeo della direttiva sulla divulgazione di informazioni non finanziarie e la diversità per grandi aziende e gruppi. Le aziende interessate dovranno fornire informazioni sulle politiche , sui rischi e risultati in materia ambientale, sociale e della gestione del personale , il rispetto dei diritti umani, il rispetto delle leggi anti-corruzione e concussione , e il rispetto della diversità di genere nei consigli di amministrazione .

 Le nuove norme si applicheranno solo alle grandi aziende con più di 500 dipendenti. In particolare , i grandi enti di interesse pubblico , con più di 500 dipendenti saranno tenuti a divulgare alcune informazioni non finanziarie nei loro rapporti di gestione . Il campo di applicazione comprende ca . 6 000 grandi aziende e gruppi in tutta l’UE .

La direttiva fornisce alle aziende una notevole flessibilità per fornire informazioni rilevanti nel modo che ritengono più utili , o in una relazione separata . Le aziende possono utilizzare le linee guida internazionali , europee o nazionali che considerano appropriate ( per esempio , il Global Compact delle Nazioni Unite , ISO 26000 , o il Codice di Sostenibilità tedesco) .

L’approccio adottato garantisce che l’onere amministrativo venga ridotto al minimo. Le aziende saranno tenute a comunicare in maniera concisa, le informazioni utili necessarie per la comprensione del loro sviluppo, le prestazioni , la posizione e l’impatto della loro attività.  Non sarà necessaria quindi una relazione dettagliata . Inoltre , le informazioni possono essere fornite a livello di gruppo , piuttosto che da ogni singolo affiliato all’interno del gruppo stesso.

La presente direttiva rappresenta anche un primo passo verso l’attuazione delle conclusioni del Consiglio europeo del 22 maggio 2013 sulla necessità di una maggiore trasparenza in materia fiscale e per assicurare paese per paese dichiarante da grandi aziende e gruppi.

Prossimi Passi: Per diventare legge , la proposta della Commissione deve essere adottata congiuntamente dal Parlamento europeo e dagli Stati membri dell’Unione europea in seno al Consiglio (che vota a maggioranza qualificata) . Dopo l’adozione di oggi da parte del Parlamento europeo , il Consiglio dovrebbe adottare formalmente la proposta nelle prossime settimane.

Di seguito il link al sito del Parlamento Europeo: http://europa.eu/rapid/press-release_STATEMENT-14-124_en.htm