Enter your keyword

Flying Angels: un flash mob per festeggiare 100 casi

Flying Angels: un flash mob per festeggiare 100 casi

Oggi a Genova, sulla scalinata delle Caravelle in Piazza della Vittoria, un momento d’incontro di giovani e giovanissimi dai 6 ai 18 anni per festeggiare 100 casi andati a buon fine grazie all’intervento di Flying Angels Foundation Onlus. Alle 11.30 i ragazzi della città che hanno aderito all’iniziativa si sono uniti per lanciare nel cielo più di 500 palloncini e creare una coreografia colorata interamente dedicata al saluto globale di Flying Angels ai bambini del mondo. L’incontro è stato finalizzato a sensibilizzare il grande pubblico in occasione dei festeggiamenti per il successo ottenuto nell’ambito del servizio offerto da FLYING ANGELS FOUNDATION ONLUS, un servizio funzionante e tempestivo che aiuta i bambini a raggiungere le destinazioni necessarie a guarire, manlevando le famiglie o le altre Onlus dalla ricerca e dagli oneri dell’acquisto dei biglietti aerei. Ad oggi FLYING ANGELS FOUNDATION ONLUS è intervenuta con i suoi servizi di trasferimento aereo in 100 casi che hanno avuto una risoluzione positiva. L’idea di riunire i giovani per salutare i bambini del mondo è nata dall’intento di sensibilizzare tutti, ma proprio tutti sull’importanza di restare in contatto, creando un modo simbolico di saluto e di partecipazione. La partecipazione era aperta a tutti, e chi ha voluto è potuto venire a fare festa insieme ai giovani studenti. Il colore scelto è stato il blu, il motto dell’evento è stato “Hello children!”. I ragazzi di Genova vicini ai bambini del mondo.   A COSA E’ SERVITO È vero, un lancio di palloncini non può cambiare le sorti di bambini malati, ma lo scopo di questa iniziativa è stato soprattutto sensibilizzare i cittadini, partendo dai giovani, nei confronti dell’importanza di conoscere il progetto e le attività di FLYING ANGELS FOUNDATION ONLUS: tour operator della vita. In città ci sono state moltissime adesioni all’evento e grande affluenza dalle scuole di tutti i quartieri di Genova. Una tra queste il Vittorino da Feltre. Molti i cittadini che si sono fermati a riprendere immagini e video. Partecipazione attenta anche da parte dei media locali.