Enter your keyword

Industria Ceramica Italiana per gli obiettivi di Sostenibilità dell’Agenda 2030 ONU

Industria Ceramica Italiana per gli obiettivi di Sostenibilità dell’Agenda 2030 ONU

Si è svolto ieri, 3 giugno, a Sassuolo (MO) presso la sede di Confindustria Ceramica, il seminario “L’Industria della Ceramica Italiana per gli Obiettivi di Sostenibilità dell’Agenda 2030 ONU“, inserito nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019, dedicato alle sfide del settore ceramico rispetto agli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Presente tra gli altri anche Rossana Revello, Presidente Gruppo Tecnico Responsabilità Sociale di Impresa di Confindustria, che ha illustrato l’approccio e le sfide dell’associazione nei confronti dell’Agenda 2030: “L’Agenda 2030 riconosce a imprese e finanza un ruolo chiave per un nuovo modello di sviluppo che coniughi economia, ambiente e società. In Italia molto si sta muovendo in tanti settori come quello della ceramica, all’avanguardia e uno dei traini dell’economia dell’Emilia Romagna. In ottemperanza agli obiettivi dell’Agenda 2030 Confindustria, con i roadshow, sta promuovendo la cultura della sostenibilità in termini di crescita economica e culturale”.

Rossana Revello ha quindi evidenziato i due percorsi pratici che Confindustria propone alle imprese: da un lato, il progetto di Temporary Manager per la Sostenibilità, per affiancare il management e aumentare le competenze dei nostri imprenditori; dall’altro, l’istituzione di linee guida semplificate degli indicatori di performance per le Pmi.

Nel corso dell’incontro la direttrice del Centro Ceramico professoressa Maria Chiara Bignozzi ha presentato inoltre l’aggiornamento 2016-2017 del “Rapporto Integrato Ambiente, Sicurezza, Salute nel comparto Ceramico”, che misura le prestazioni ambientali delle aziende ceramiche, elaborato grazie ai dati di Arpae.